Auto sanificate: nuovi standard di pulizia auto post coronavirus

In seguito alla crisi del coronavirus, cambieranno le abitudini dei consumatori, anche nel mercato Automotive. Quali saranno i nuovi standard di pulizia auto? In questo articolo parliamo di auto sanificate, un argomento che diventerà un must have delle offerte auto post 2020.

La domanda di auto sanificate post coronavirus: cosa cambia per noleggio e car sharing

Immagina di poterti muovere in città in tutta sicurezza per mezzo di autobus, taxi e auto a noleggio grazie alle nuove tecnologie di sicurezza e sanificazione applicate ai materiali. Dal cruscotto al cambio marcia, gli interni delle auto di domani dovranno rispettare nuovi standard e conformarsi alle nuove aspettative di igiene dei consumatori.

A bordo dei taxi e degli autobus ci dovranno essere dispenser di gel disinfettante. Probabilmente, le auto usate dovranno in futuro rispondere a nuove garanzie di pulizia richieste dai clienti. Tuttavia, la sanificazione delle auto non è un tema legato solamente alle auto usate e al car sharing.

Pulizia auto: nuovi standard anche per le auto nuove

Si prevedono cambiamenti dell’offerta auto anche per quanto riguarda il nuovo. E la risposta delle case madri non si fa attendere molto. Un esempio tra tutti è Tesla, che ha proposto degli appositi sistemi di filtraggio dell’aria già dal 2012 – di serie dal 2018 – sfruttando la tecnologia militare di alto livello.

I sistemi del futuro dovranno garantire degli impianti di aerazione protetti da inquinamento, allergeni e batteri.

Infatti, la sanificazione dei materiali e la qualità dell’aria saranno optional sempre più richiesti dai consumatori dopo il coronavirus. E tutte le concessionarie si dovranno adeguare a questi nuovi trend.

Acquisti auto: sempre più online

Infine, la necessità di evitare i posti affollati e i luoghi pubblici comporterà l’aumento delle richieste di firma dei contratti online. Si arriverà, nel prossimo futuro, alla formalizzazione di vendita e acquisto auto in via esclusivamente digitale.

Lato dealer, è ormai d’obbligo dotarsi delle tecnologie per digitalizzare l’intero processo di vendita e di acquisto.

Questo non significa che verrà meno la figura del venditore, che manterrà il suo ruolo di mediatore anche online, magari tramite un avatar in uno showroom virtuale. Quanto vicina è l’era degli avatar e delle vendite in realtà virtuale? Ne parleremo in modo approfondito in uno dei prossimi articoli!


Iscriviti alla newsletter:

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Questo contenuto è protetto!